“E’ un tema complesso, sul quale sicuramente l’agenzia aprirà un tavolo con le associazioni di categoria per capire meglio come poter procedere. Di sicuro non vanno confusi i ruoli, questi sono settori regolati che hanno tutti medesimo ruolo e dignità. Sono soggetti vigilati dall’agenzia e che esercitano in alcuni casi anche funzioni di pubblico servizio e quindi bisogna valutarli e considerarli, comprendendo laddove ci sono delle vischiosità. Bisogna capire qual è il processo che sta generando queste resistenze e criticità. E’ una cosa su cui sicuramente l’agenzia come ente regolatore effettuerà delle verifiche. C’è anche il tema delle garanzie che vengono date dal sistema bancario e da soggetti terzi assicurativi su queste attività. Il sistema finanziario è molto importante per le attività dell’agenzia”.

Così il direttore generale di Adm, Marcello Minenna soffermandosi sui mancati finanziamenti da parte delle banche alle attività di gioco, intervistato nell’ambito della presentazione del Libro Blu.