“Commercianti allo stremo, molti non sanno se potranno riaprire eppure, a luglio, avranno un’altra grana a cui pensare: la lotteria degli scontrini”. Lo ha detto Roberto Caon, deputato di Forza Italia.

“Il settore commerciale, generi alimentari a parte, è allo stremo. Artigiani e liberi professionisti che lavorano a contatto con le persone, come barbieri, parrucchiere ed estetiste non sanno nemmeno quando potranno tornare a lavorare. Turismo, non ne parliamo nemmeno. In questo quadro desolante, li attende al varco la lotteria degli scontrini, con lavoro aggiuntivo e costi organizzativi enormi per tutti quanti hanno una piccola attività. La cosa che fa indignare è che sono già stati stanziati 50 milioni per questa iniziativa deleteria”.

L’Onorevole Caon chiede che “questi soldi vengano usati per sostenere i commercianti in difficoltà, invece che vessarli. Un governo che pensa di mantenere un’idea del genere in questa emergenza è da chiudere in manicomio”.