Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Regione Lombardia e chi si impegna ogni giorno per contrastare la ludopatia si sentono letteralmente presi in giro. Ci auguriamo che l’ipotesi illustrata dal viceministro Casero resti tale e che il Governo Renzi la smetta di utilizzare il gioco come leva per far quadrare i conti dello Stato.

Non gli bastano i 9 miliardi di euro che ogni anno introita sulle tasse di slot machine, SuperEnalotto e tutti gli altri giochi proposti da bar e tabaccherie? E quale sara’ il premio della nuova lotteria renziana? Un pacchetto di gratta e vinci di ogni genere e specie?”.

Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio della Lombardia, delegata dal presidente Maroni al contrasto del gioco d’azzardo patologico, commenta così la proposta del viceministro all’Economia, Luigi Casero, di creare una lotteria a premi per incentivare l’uso e la richiesta della scontrino fiscale da parte di commercianti e clienti.

“Se l’idea dovesse realmente prendere quota – conclude Viviana Beccalossi – non esitero’ un attimo, con tutte le associazioni che quotidianamente in Italia si occupano di ludopatia, a scendere in piazza per dire ‘no’ all’inaccettabile spot renziano a favore dell’azzardo”.

Commenta su Facebook