gentili
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – In Lombardia è vieta l’installazione di nuove slot machine nei bar entro i 500 metri dalle scuole. Una misura che in realtà non ha avuto gli effetti sperati dato che nel 2016 tutte le scuole milanesi sono ancora circondate dalle slot.

Come dimostrato in un servizio de Il Fatto Quotidiano molti bar, inoltre, non rispettano gli orari e le slot rimangono sempre accese. I gestori si difendono così: “Sono sempre spente. Solo oggi sono accese e se entrano i bambini le spegniamo”.

David Gentili (Pd), presidente della Commissione Antimafia del Comune di Milano, ammette le difficoltà dell’amministrazione: “L’ordinanza sugli orari del Comune è molto difficile da far rispettare. Gli esercizi pubblici con le slot sono tanti. Inoltre molti non hanno voluto rispettare l’ordinanza perché la multa di 500 euro era accettabile rispetto all’incasso quotidiano ottenuto. La mia proposta è che all’interno dei bar l’ordinanza anti slot possa essere facilmente rintracciabile e quindi ci sia un cartello che possa avvisare la clientela che gli apparecchi non possono essere utilizzati dalle 12 alle 18 e inserire nello stesso cartello un numero o una mail a cui segnalare le infrazioni rispetto a questa ordinanza. In questo modo i cittadini che sono molto sensibili a questo tema potrebbero dare una grossa mano. I titolari dei locali si sentirebbero più controllati, anche se si trovano in una zona o via poco battuta dalla polizia locale”.

Commenta su Facebook