È stata approvata in consiglio regionale della Lombardia la riforma del sistema delle dipendenze e di contrasto alla droga. Soddisfatto il consigliere della Lega, Federico Lena. “Il progetto di legge introduce concetti come l’aggancio e la diagnosi precoce, i programmi di cura e riabilitazione e l’ampliamento della presa in carico non solo del paziente ma anche dei famigliari. Un’attenzione particolare è rivolta alla cura dei minori e al loro recupero sociale e lavorativo. In Lombardia e in Italia, l’andamento del consumo di sostanze stupefacenti e psicotrope non ha mostrato alcuna inversione di tendenza negli ultimi anni, specialmente per quanto riguarda l’utilizzo di cannabis e droghe sintetiche. Le persone prese in carico nel 2019 dalle strutture pubbliche e private sono state 49.597, in leggero aumento (+2%) rispetto all’ultimo triennio. Questa riforma non solo vuole contrastare l’uso degli stupefacenti, ma vuole estendere il campo anche all’abuso di farmaci al gioco d’azzardo, allo shopping compulsivo e alla dipendenza da internet”.