Print Friendly, PDF & Email
(Jamma) Nuova giunta per la Regione Lombardia dopo l’elezione di Attilio Fontana. Sono persone esperte – ha spiegato Fontana – capaci e soprattutto con esperienza amministrativa: ci sono due ex presidenti di Provincia, un attuale vice presidente di Provincia, sindaci, amministratori locali e anche un ex esponente della bicamerale sulle questioni regionali’. ‘Sono contento e orgoglioso’ ha concluso il presidente.

Non ci sarà Viviana Beccalossi, già team leader della Giunta Maroni in materia di lotta alla ludopatia, che sarà invece al Pirellone “in uno spazio più piccolo e senza cariche ‘ufficiali’, se non quella di Consigliere regionale che però, ve lo garantisco, non mi impediranno di portare avanti il mio lavoro con la passione, la determinazione e soprattutto il coraggio di sempre” come ha spiegato.

C’è invece Riccardo De Corato, nuovo assessore alla Sicurezza. Eletto consigliere regionale nel 2013, e’ stato membro delle Commissioni Affari istituzionali, Sanita’ e politiche sociali, Bilancio, Territorio e Infrastrutture, Antimafia, Situazione Carceraria e presidente del ‘Comitato paritetico di controllo e valutazione’. Come capogruppo Fdi in Consiglio regionale, Riccardo De Corato ha sempre sostenuto le iniziative anti-azzardo di Viviana Beccalossi.

Incarico da assessore all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi per Fabio Rolfi . Eletto Consigliere regionale nel 2013, e’ stato Presidente della III Commissione ‘Sanita’ e Politiche sociali’ e membro della IV Commissione ‘Attivita’ produttive e occupazione’ oltre che relatore della legge regionale di contrasto alla ludopatia.

Sostenitore di quella iniziativa anche Raffaele Cattaneo, già presidente del Consiglio di Regione Lombardia della X legislatura e da ieri assessore all’Ambiente e Clima.

Quanto al presidente della Regione Attilio Fontana , pochi giorni prima delle elezioni aveva espresso il suo parere sul Sul tema del gioco d’azzardo patologico : “Da sindaco di Varese vinsi un premio per i limiti di tempo e di spazio che imposi all’uso delle slot. Poi il Tar modificò una parte delle mie decisioni. Spero di vincere un premio anche come governatore della Lombardia”. Fontana ha detto anche che sul gioco servirebbe una legge quadro.

Commenta su Facebook