Sono 2.613 i lombardi che sono ricorsi ai servizi sanitari per problemi legati alla dipendenza da gioco d’azzardo. La Lega presenta un progetto di legge in materia di riforme al sistema di intervento sulle dipendenze patologiche.

Nella relazione al pdl si spiega che negli ultimi anni si osserva un graduale aumento di assistiti con richieste di trattamento per nuove sostanze, farmaci e soprattutto, gioco d’azzardo patologico.

“Da qualche anno infatti vanno aggiunte le cosiddette “nuove dipendenze” non legate all’utilizzo di sostanze, ma a comportamenti quali ad esempio, il gioco d’azzardo patologico, lo shopping compulsivo, la dipendenza da internet.

Erroneamente si pensa che queste nuove dipendenze non essendo legate a sostanze siano meno invasive e più facili da controllare mentre, in realtà, quando questi comportamenti socialmente accettati diventano patologici sono espressione di un profondo disagio psichico.

L’assistito medio è in prevalenza maschio (80%), con età media attorno ai 40 anni. La fascia under 25 rappresenta circa il 25% del totale degli assistiti e circa il 30% degli assistiti ha problemi legali in corso, il 20% disoccupato e il 40% in cerca di una occupazione stabile. Oltre l’80% degli assistiti ha dipendenze associate da più sostanze”.

La proposta di legge reca disposizioni relative agli interventi socio-sanitari di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione relativi alle patologie connesse all’utilizzo non terapeutico di sostanze psicotrope, ai consumi e ai comportamenti a rischio di dipendenza patologica.

Definisce, inoltre, strumenti idonei affinché Regione Lombardia possa promuovere una risposta sanitaria, sociosanitaria e sociale sempre appropriata e aggiornata a fenomeni in continua, dinamica evoluzione volta a sostenere e tutelare i soggetti affetti da dipendenza patologica e le loro famiglie con particolare attenzione ai minori e alla popolazione femminile.

Ai fini della proposta si intende per “dipendenza patologica” sia la dipendenza derivata da uso di sostanze, sia la dipendenza derivata da comportamenti patologici quali il gioco d’azzardo patologico e le cosiddette nuove dipendenze.