Emesso il verbale della Commissione del ministero delle Politiche Agricole (Mipaaf) che conferma l’agibilità dell’ippodromo Caprilli di Livorno per le corse nel mese di agosto.

“Sull’ippodromo abbiamo chiuso il cerchio – ha detto il sindaco Luca Salvetti -. L’operazione di recupero e rifunzionalizzazione della preziosa struttura, per quel che riguarda gli impegni dell’amministrazione comunale, ha ottenuto il risultato che speravamo. Il 15 agosto potrebbe essere la data della grande riapertura con la disputa della storica Coppa del Mare. L’ippodromo sia nella parte del parco e delle tribune, sia nella parte della pista e delle strutture dedicate all’attività ippica è pronto. Nella zona dei picchetti e in quella delle tribune ci sono stati e ci saranno spettacoli e iniziative capaci di far ripopolare l’impianto di livornesi e turisti”.

E’ quanto si legge su livornotoday.it.

“Per quel che riguarda invece la parte galoppo – ha precisato il primo cittadino – lunedì c’è stato il sopralluogo dei rappresentanti del ministero che insieme ad altri addetti hanno potuto constatare il lavoro fatto che consente di poter far correre i cavalli. L’amministrazione comunale lunedì ha formalmente consegnato l’ippodromo alla Sistema Cavallo che, dopo aver vinto il bando, lo gestirà per due anni. Per noi l’obiettivo era di grande rilievo dopo che per 6 anni la struttura era stata lasciata nel completo abbandono costringendo ad un importante impegno finanziario per il recupero. Nell’ippodromo in questo mese continuerà la serie di appuntamenti culturali della rassegna Martingala, mentre prenderà il via anche il festival Cortomuso con concerti di livello e una sorpresa finale. Il gestore invece sta lavorando per il calendario delle corse confrontandosi con il Ministero che destina le risorse a suo tempo promesse e con le associazioni allenatori e fantini che desiderano provare la pista”. Il 15 agosto dunque potrebbe essere la data della grande riapertura con la Coppa del Mare, “per poi continuare – ha concluso Salvetti – nei mesi di settembre e poi in autunno con altre riunioni e con l’apertura dell’intera area come ritrovato spazio pubblico”.