Dal 1° giugno l’Italia non sarà più tutta gialla, tre regioni passeranno in zona bianca: si tratta di Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia. Poi, dal 7 giugno seguiranno Abruzzo, Veneto e Liguria

Da lunedì  saranno ufficialmente in zona bianca Friuli, Molise e Sardegna e dunque, come previsto dal decreto, riprenderanno tutte le attività, non ci sarà più il coprifuoco e anticiperanno le riaperture tutti quei settori la cui ripartenza era prevista tra il 15 giugno e il 1 luglio: matrimoni, fiere, parchi tematici, convegni e congressi, piscine al chiuso, centri termali, sale giochi, bingo e casino, centri ricreativi e sociali, corsi di formazione pubblici e privati, competizioni sportive al chiuso.

Ci sono poi almeno altre 10 Regioni che, stando alle previsioni, hanno dati da zona bianca e che dovranno essere mantenuti per 3 settimane consecutive per consentire il passaggio: ce li hanno sicuramente Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto, che sono alla seconda settimana e dal 7 giugno passeranno in bianco.

Lombardia, l’Emilia Romagna, il Lazio, il Piemonte, la Puglia e la provincia di Trento passeranno, se la situazione non cambierà, nella zona senza restrizioni dal 14 di giugno.