Il divieto di riapertura e la nuova tassa sulle scommesse decisa dal governo stanno mettendo in ginocchio il comparto del gioco legale. Questo il grido di allarme di FIELG Confesercenti.

Decine di migliaia di imprenditori del settore, baristi, tabaccai, i loro dipendenti, le loro famiglie, sono disperati.

Sono parole forti quelle che la FIEGL, la Federazione Italiana Esercenti Gioco Legale, usa per denunciare attraverso le pagine dei maggiori quotidiani nazionali la situazione in cui versa il comparto.

60.000 sono i cittadini che rischiano di perdere il lavoro e 12.000 gli esercizi commerciali a rischio chiusura.

Un danno non solo economco per il Paese, ma anche un assist per le organizzazioni criminali che lucrano sul gioco illegale.

Fateci riaprire! Forse siamo ancora in tempo, è la richiesta di FIELG-Confesercenti.