Il Tar della Liguria ha bocciato il ricorso presentato da una soceità contro l’ordinanza del Comune di Cairo Montenotte (SV) che vieta il gioco dalle 7 alle 19. Il primo cittadino Paolo Lambertini commenta così: “È stata una scelta, dal nostro punto di vista, obbligata. La nostra responsabilità, come sindaci, è quella di salvaguardare la salute pubblica. La ludopatia è oggettivamente una piaga, una vera e propria patologia, un elemento che mette a rischio il tessuto sociale. La nostra iniziativa è stata studiata nei dettagli, abbiamo letto le varie ordinanze e tanti regolamenti; abbiamo individuato questo percorso che ora ci sta dando ragione. Mi auguro che la nostra valle ci segua in questo percorso”.

Il sindaco punta ad un territorio “slot free” in tutta la Valbormida: “Io credo che gli amministratori debbano salvaguardare la salute dei loro cittadini, è un dovere, certo è che qualcuno ci rimarrà in mezzo, qualche esercizio commerciale dovrà rinunciare ad incassi interessanti, ma noi dobbiamo salvaguardare la salute, che viene prima di ogni altra cosa”.