slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Continua la litania sulla Legge sul gioco d’azzardo in Liguria e fra poco assisteremo all’ennesima proroga in attesa dell’approvazione di una nuova Legge”.

Così in una nota Maurizio Ferraioli, presidente associazione “No Slot-Riprendiamoci la Vita”.

“La Legge 17/2012 era già una legge sufficiente a regolamentare la diffusione incontrollata delle sale slot e delle apparecchiature (Slot-Machine) ed a tutelare i numerosi cittadini, soprattutto pensionati (…). Le slot machine sono presenti ovunque, l’offerta è capillare e capillarmente abusa della debolezza di tanti concittadini. Tutelare queste persone, preservarne la salute fisica e psicologica è un dovere di chi amministra. Ma forse i nostri politici non hanno consapevolezza del problema (…).

I danni generati da gioco d’azzardo sono estesi ed a parte quelli diretti e facilmente quantificabili quali costi sanitari di recupero dei cosiddetti dipendenti da”Ludopatia”, la collettività subisce costi indiretti di difficile quantificazione (…). Per quanto tempo dobbiamo ancora subire? Per quanto tempo saremo costretti a vedere i cittadini trattati come numeri di un bilancio e non come esseri umani? Dalla Regione Liguria ci aspettiamo una risposta certa ed in tempi rapidi”.

Commenta su Facebook