“Sui giochi il tema non è la modalità con cui il sistema viene regolato. Le decisioni vanno prese a livello politico, l’agenzia è un soggetto che esegue e regolamenta il settore. Il punto è il contrasto all’illegalità. Ci possono essere differenti modalità di regolamentazione del settore, la sola cosa su cui dobbiamo essere tutti d’accordo è che il gioco illegale – sia fisico che online – va contrastato. Servono misure efficienti per raggiungere questo obiettivo”. Lo ha detto il direttore generale di Adm, Marcello Minenna (nella foto) a margine della presentazione del Libro Blu.

“Il primo strumento che utilizzeremo sarà sicuramente la tecnologia. Abbiamo strumenti che sono in grando di monitorare la corretta applicazione degli algoritmi ma anche di monitorare quello che succede sul territorio. Possiamo quindi identificare i punti di gioco illegali, non a caso abbiamo già fatto operazioni in questo senso. Noi portiamo 75 miliardi di euro di entrate allo Stato e sono entrate certe perchè prese alla fonte. Sul gioco il problema non è aumentare la tassazione ma recuperare quello che finisce impropriamente nell’illegalità”.