Prende forma il decreto fiscale allegato alla Manovra di Bilancio 2020.

 

Secondo le prime indiscrezione il provvedimento prevede misure di contrasto al gioco illegale e non solo. C’è poi un capitolo dedicato ai giochi con la proroga (onerosa) delle concessioni per le sale scommesse ormai scadute da tempo e del Bingo. L’estensione dell’obbligo di iscrizione al Registro degli esercenti giochi (con l’aumento della quota da 150 a 200 euro) e sanzioni alle banche e ai circuiti di carte di credito che permettono transazioni di denaro verso i circuiti considerati illegali.

Una delle misure più curiose riguarda quella che prevede un “agente sotto copertura” autorizzato a giocare non oltre 100mila euro l’anno per contrastare il gioco illegale e, in particolare, “prevenire il gioco minorile”. L’attività di controllo sarà in capo all’Agenzia delle Dogane e dei monopoli che potrà autorizzare il proprio personale ad agire da agente sotto copertura. Le stesse operazioni potranno essere effettuate anche da polizia, carabinieri e Guardia di finanza. Secondo la relazione tecnica, si stima un gettito di 13,5 milioni grazie ad un aumento di gettito IVA dovuto all’effetto deterrenza.

 

Commenta su Facebook