calcio
Print Friendly, PDF & Email

“Sono preoccupato per la tenuta occupazionale e lo sviluppo del calcio italiano e del suo indotto e per il rischio che si incrementi il ricorso al gioco d’azzardo clandestino”: è quanto dichiara il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, commentando il Decreto legge Dignità varato dal Consiglio dei Ministri che vieta la pubblicità per le società di giochi e betting.

“L’industria del calcio è tra le prime dieci in Italia e occupa, direttamente e indirettamente circa 130.000 persone – osserva Miccichè in una nota -. Per tutelare questo settore è necessario individuare soluzioni che possano coniugare gli interessi delle varie parti in gioco. A questo fine invito i soggetti interessati alla creazione di un tavolo di confronto e di lavoro indirizzato all’individuazione di soluzioni concrete per il contrasto alla dipendenza da gioco e preservino l’occupazione e l’indotto del settore”.

Commenta su Facebook