regione lazio

“Un grande passo in avanti con l’approvazione da parte del Consiglio regionale del Lazio dell’emendamento al decreto per la semplificazione e lo sviluppo regionale in materia di contrasto alla ludopatia.

La proposta di modifica che ho presentato introduce un’ulteriore tutela nei confronti dei soggetti più a rischio, prevedendo il divieto dell’apertura di nuove sale gioco a una distanza inferiore a 500 metri da aree sensibili come scuole, centri giovanili, centri anziani, luoghi di culto, strutture sanitarie e socio-assistenziali, ma anche da tutte le altre strutture che sono frequentate da giovani”.

Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Lazio e vicepresidente della commissione Attività produttive e Sviluppo, Marietta Tidei (Pd). “Il gioco d’azzardo va contrastato intervenendo anche e soprattutto in un’ottica preventiva: occorre fermare la moltiplicazione delle sale da gioco dove i giovani rischiano di finire schiavi di una dipendenza che svilisce la persona a 360 gradi”, prosegue. “E’ una battaglia che dobbiamo potenziare e condurre a tutti i livelli sulla scia di quanto fatto dall’Amministrazione Zingaretti nella passata legislatura con la legge per il contrasto al gioco d’azzardo”, aggiunge Tidei. “Oggi arriva un nuovo e rinnovato impegno”, conclude.

Commenta su Facebook