“Bene la decisione della Giunta regionale di prorogare di dodici mesi l’entrata in vigore della legge che introduce per le sale da gioco il distanziamento dai ‘luoghi sensibili’. Ho avuto modo di sollecitare più volte un intervento in tal senso, necessario dopo l’anno di pandemia che ha messo in ginocchio il settore dei giochi: introdurre subito il distanziometro avrebbe causato un altro duro colpo al settore, oltre a spalancare le porte all’illegalità”. Lo dichiara, in una nota, la presidente della commissione Attività produttive e sviluppo economico del Consiglio regionale del Lazio Marietta Tidei (Italia Viva).

“Questa decisione – spiega la Presidente – si va inserire in un contesto più ampio, dove il ruolo della Regione, in quanto istituzione, deve essere quello di aiuto ai giocatori con disturbi da gioco e patologie, ma anche di sostegno concreto alle migliaia di lavoratori di questo comparto che rischiano di essere licenziati e soprattutto di contrasto alle mafie che stanno provando ad entrare da ogni angolo delle nostre città. Con la proroga abbiamo la possibilità di lavorare tenendo insieme tutte le esigenze e aprendo una nuova stagione anche in questo settore non lasciando nessuno indietro”.

“Auspico – conclude Tidei – ora che la decisione assunta dalla Giunta possa avere un iter spedito in Consiglio“.