Psicologi, operatori del Terzo Settore, esperti di gioco d’azzardo patologico ma nessun docente o ricercatore. Chi sono i nuovi componenti dell’Osservatorio Regionale del Lazio sul gioco d’azzardo patologico sulla base della gradutoria stilata dopo aver esaminato le 15 candidature presentate.

Sono 13 gli esperti esterni dell’Osservatorio individuati dopo l’analisi delle candidature inviate.

L’attività dell’Osservatorio Regionale sul gioco d’azzardo patologico (GAP), istituito con una legge regionale del 2013, è finalizzata a fornire strumenti di analisi, conoscenza e verifica a supporto delle politiche di programmazione regionale, oltre a rappresentare uno strumento strategico e di aiuto per poter meglio coordinare e integrare gli interventi su tutto il territorio regionale.

La funzione dell’Osservatorio è quella di:

a) studio e monitoraggio del fenomeno in ambito regionale;
b) predisposizione e formulazione di strategie, linee di intervento, campagne informative e di
sensibilizzazione, anche in raccordo con analoghi organismi operanti a livello nazionale, regionale e
locale;
c) individuazione di buone prassi e conseguenti protocolli applicativi, destinati alle strutture
pubbliche e private coinvolte, nell’ambito degli interventi promossi dal piano integrato di cui
all’articolo 10;
d) verifica dell’impatto delle politiche e redazione di un rapporto annuale.

Chi sono i nuovi componenti:

Onofrio Casciani , Ornella De Luca, Emma di Loreto, Domenico Faggiani, Cristiana Sarno Gufler, Claudio Leonardi, Luisa Marchionni, Silvia Ricci sono operatori di servizi pubblici, con comprovata esperienza nel settore in strutture con competenze coerenti con quelle relative all’ambito del fenomeno del gioco d’azzardo patologico.

Maurizio Fiasco, Claudio Dalpiaz, Remigio Del Grosso, Eleonora Fusco e Patrizia Puzzovio, sono esperti operanti in organismi del Terzo Settore, specializzati nel contrasto e la prevenzione del Gioco d’azzardo Patologico

Articolo precedenteIppodromo Cesena Trotto: Tufano e Greppi volano in finale
Articolo successivoParma dice STOP a slot e scommesse. Nel 2021 azzerata la dipendenza da gioco d’azzardo (DATI)