In attesa del DPCM che individuerà ufficialmente le categorie abilitate alla riapertura dal 18 maggio, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha firmato oggi un’ordinanza con cui autorizza l’accesso all’interno degli esercizi commerciali chiusi.
A decorrere dal 13 maggio 2020 alle attività commerciali sospese, parzialmente sospese o limitate in base al DPCM del 26 aprile 2020, è consentito eseguire gli interventi necessari alla predisposizione delle misure di prevenzione e contenimento del contagio finalizzati alla riapertura.

E’ quanto prevede una ordinanza della Regione Lazio pubblicata il 12 maggio 2020

“Allo scopo di eseguire tali interventi è consentito l’accesso alle strutture e agli spazi aziendali esclusivamente al personale o alle ditte impegnate in attività di manutenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione.

Gli interventi di cui ai punti 1 e 2 sono consentiti anche ai gestori di strutture e circoli sportivi, allo scopo di eseguire gli interventi necessari ad assicurare lo svolgimento di attività sportiva individuale nel rispetto del distanziamento fisico tra i singoli atleti.

Per semplificare la messa in opera degli interventi di cui alla presente ordinanza, la Regione Lazio pubblica progressivamente le linee guida per tipologia di attività economica, definite di concerto con le organizzazioni di categoria e basate sulle indicazioni contenute nella normativa vigente”.

Questa ordinanza consente quindi l’accesso all’interno delle attività al momento chiuse in osservanza al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, tra cui pub, sale giochi e bar. Fino ad oggi l’accesso nei locali delle attività sospese era subordinato ad un permesso rilasciato dal  Prefetto.