Attenzione a chiarere nel modo appropriato copertura oneri e finanziamento delle misure introdotte attraverso le leggi regionali del Lazio.

La Corte dei Conti procede con la verifica delle coperture finanziarie delle leggi che la Regione Lazio ha approvato nel corso del 2021 evidenziando che un miglioramento, in fatto di chiarezza, c’è ma non è sufficiente.

Tra le misure poste sotto la lente del giudice contabile ci sono anche le Spese per la disinstallazione di apparecchi da gioco prevista dalla Legge 14 del 2021. Si tratta di una norma prevista nell’ambito degli interventi in materia di contrasto al gioco d’azzardo.

La legge regionale, oggi modificata in virtù di un emendamento approvato nei giorni scorsi attraverso la legge di Assestamento di Bilancio, prevedeva infatti la disintallazione degli apparecchi alla distanza minima di 500 metri a partire da questa estate.

Sulla indicazione delle coperture di questa e altre norme la Corte dei Conti ha sottolineato che “pur evidenziando un miglioramento rispetto al passato e valutando positivamente la presenza, a corredo di alcune proposte di legge, della relazione sugli effetti finanziari redatta dai competenti uffici del Consiglio regionale nonché le misure già intraprese per rafforzare la sinergia tra gli uffici del Consiglio e quelli della Giunta (di cui si è dato conto nel corpo della relazione), si invita la Regione a monitorare ulteriormente la problematica”.

Nel caso specifico non è stata contestata la mancanza di indicazione di copertura si suggerisce di procedere sempre ad un attenta disamina di oneri e coperture, anche nel caso della presentazione di emendamenti.

Articolo precedenteGioco online. Portogallo, raccolta in aumento ma male le scommesse
Articolo successivoSerie A ai nastri di partenza. Lotta scudetto tra Inter e Juventus, a 2,75 su Sisal.it