Accantonato per ora l’articolo 7 del Collegato alla legge di Bilancio sulla proroga del termine per adeguare le sale giochi all’obbligo dei 500 metri dalle aree sensibili.

Il Consiglio regionale del Lazio ha iniziato oggi l’esame degli articoli – con relativi emendamenti e subemendamenti – della proposta di legge n. 294, concernente “Disposizioni collegate alla Legge di Stabilità regionale 2021 e modificazioni di leggi regionali” (il cosiddetto collegato). Dopo la relazione illustrativa del vicepresidente della Regione e assessore al Bilancio, Daniele Leodori (seduta del 27 luglio) e la conclusione della discussione generale (seduta del 28 luglio), oggi l’Aula ha approvato 11 articoli, i primi sei e dall’otto al 12. E’ stato rinviato per ora l’esame dell’articolo 7, contenente modifiche alle disposizioni transitorie della L.R. 5/2013 sulla prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico, relativamente alla proroga del termine previsto per l’adeguamento da parte degli esercenti agli obblighi di mantenere una distanza minima di 500 metri dalle aree sensibili (istituti scolastici, centri giovanili, centri anziani, strutture sanitarie o assistenziali, luoghi di culto). I lavori riprenderanno lunedì 2 agosto, a partire dalle ore 11.

Nel corso dei lavori d’Aula, il Consiglio ha approvato anche 14 emendamenti: nove proposti da consiglieri del gruppo Fratelli d’Italia, due della Lega, uno a firma Adriano Palozzi, un altro sottoscritto dalle consigliere Grippo, De Vito, Mattia e Leonori e, infine, uno a firma dell’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. Di seguito, le disposizioni approvate.

I primi quattro articoli afferiscono al primo Capo (Politiche giovanili, cultura e sport) e riguardano: la promozione e il coordinamento delle politiche in favore dei giovani (articolo 1); le modifiche al testo unico in materia di sport che ampliano la platea dei beneficiari delle agevolazioni per il credito sportivo, includendo anche i soggetti che operano nel campo delle attività paralimpiche (articolo 2); le modifiche a varie leggi in materia di cultura, relative a street art, imprese creative, cinema e audiovisivo e servizi culturali (articolo 3); infine, la partecipazione della Regione Lazio alla Fondazione “Vittorio Occorsio” (articolo 4).

Gli articoli da 5 a 8 (accantonato il 7), modificano quattro leggi regionali in materia di politiche sociali. Con l’articolo 5 si va ad implementare il sistema informativo e dei servizi sociali della Regione per mappare in maniera accurata, attraverso la creazione di appositi elenchi regionali costituiti sulla base dei dati inviati dai Comuni, le strutture e i servizi socioassistenziali, pubblici e privati, autorizzati e accreditati, che operano nel territorio regionale. L’articolo 6 modifica la legge regionale n. 4/2014 per promuovere e sostenere le associazioni e gli enti che prestano la propria attività a sostegno in aiuto delle donne vittime di violenza. L’articolo 8 dà esecuzione all’impegno di modificare la legge regionale sulle cooperative di comunità, assunto dal presidente della Regione in seguito alle osservazioni formulate dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

Infine, appartengono al terzo Capo della proposta di legge gli articoli dal 9 al 12, relativi a disposizioni in materia di tutela della salute ed enti del Servizio sanitario regionale. L’articolo 9 riguarda la costituzione dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Policlinico Tor Vergata”, prevedendo lo stanziamento di 15 milioni di euro per l’esercizio 2021. L’articolo 10 modifica la L.R. 52/1980 per adeguare le norme regionali a quelle nazionali introdotte negli ultimi anni in materia di ripartizione delle competenze sulle farmacie tra Regione e comuni. Gli articoli 11 e 12, invece, introducono modifiche ad altre leggi regionali in materia di trasporti sanitari secondari e attività di tatuaggio e piercing.