Print Friendly, PDF & Email

L’Aula della Camera ha approvato in serata il decreto Dignità che ora passa al Senato.Due gli emendamenti approvati che vanno a modificare il testo approdato in Aula. Aumento delle sanzioni per chi viola i divieti sulla pubblicità dei giochi o sulle sponsorizzazioni (la sanzione amministrativa sale dal 5 al 20% del valore della pubblicità o della sponsorizzazione, con un minimo, per ogni violazione, di 50 mila euro). E previsione nei gratta e vinci, analogamente a quanto già disposto per i tabacchi, di avvertenze relative ai rischi connessi al gioco d’azzardo. Molti gli interventi in sede di dichiarazione di voto che hanno riguardato le misure in materia di gioco e che hanno contributo a infiammare la discussione.

L’onorevoile del PD Alessia Morani ha attaccato la Lega. “Vorrei sottoscrivere l’emendamento della collega Fregolent. Quindi, chiedo di aggiungere la mia firma a questo emendamento che io reputo fondamentale, perché in questo emendamento si parla della dotazione del Fondo per il gioco d’azzardo patologico, che è un Fondo particolarmente importante perché finanzia i progetti di reinserimento sociale delle persone con problematiche correlate al gioco d’azzardo patologico” ha detto Morani nel corso del suo intervento.

“Oggi tanti colleghi sono intervenuti per dire quanto lo Stato debba occuparsi di questo problema e di quanto, quindi, quest’Aula, questo Parlamento ed il Governo devono farsi carico di questo gravissimo problema, che ci portiamo dietro, peraltro, da molto tempo. E, allora, nel mio intervento, in cui, appunto, ho voluto sottoscrivere con convinzione questo emendamento, vorrei fare anche una proposta al Governo che è qui in Aula, perché la collega Fregolent, che ringrazio perché ha presentato insieme ad altri colleghi questo emendamento, ha proposto per questo Fondo un incremento della dotazione di 35 milioni di euro per il 2018, di 70 milioni di euro per l’anno 2019 e di 35 milioni di euro per l’anno 2020. Immagino che il parere negativo del Governo rispetto a questo emendamento sia dovuto alla mancanza di coperture

Però, Presidente, nella mia proposta, che naturalmente è quella di un incremento non solo di 35 milioni per il 2018 perché io proponevo una cifra di 49 milioni per il 2018 (Applausi dei deputati del gruppo Partito Democratico), si dice che questi 49 milioni per il 2018 possono essere tranquillamente reperiti attraverso un’azione di legalità, come più volte abbiamo detto in quest’Aula, attraverso il recupero di somme che la magistratura ha detto che devono essere restituite da un partito che si chiama Lega: 49 milioni di euro (Applausi dei deputati del gruppo Partito Democratico – Commenti dei deputati del gruppo Lega-SalviniPremier – Dai banchi del gruppo della Lega-SalviniPremier si espone un cartello). Se questo Governo ha il coraggio di mettere in pratica quello che dice, cioè di voler combattere il gioco d’azzardo e di individuare le coperture, faccia dare dalla Lega i 49 milioni che deve agli italiani e il Fondo per i malati patologici del gioco d’azzardo può essere tranquillamente aumentato già a partire da quest’anno, perché altrimenti sono solo parole al vento . Quando si dice che ci vuole la legalità, quando si dice che si vuole combattere la patologia del gioco d’azzardo, quando servono i fondi per combattere quelle patologie e quando abbiamo un partito che deve 49 milioni allo Stato italiano, si chiedano a quel partito i soldie li restituisca immediatamente . “

Commenta su Facebook