slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Approvato dal consiglio comunale di Jesi (AN), con 17 voti favorevoli e 4 astenuti, il “regolamento per la prevenzione e il contrasto sul gioco d’azzardo patologico”. Il voto, previsto originariamente per il mese di gennaio, era slittato su sollecitazione delle associazioni di categoria (Astro, Sapar e Sts), con le quali è stato poi organizzato un tavolo di lavoro.

Tra le principali novità gli orari degli apparecchi, che potranno essere accesi dalle 14 alle 24 in agenzie di scommesse, sale bingo, sale VLT ed altri esercizi autorizzati ex art.88 T.U.L.P.S., e dalle 10 alle 20 in tutti i restanti locali ne siano provvisti, e il distanziometro, la norma per cui gli apparecchi per il gioco dovranno essere distanti almeno 500 metri dai luoghi sensibili (scuole, asili, università, istituti di credito, bancomat, uffici postali, esercizi di acquisto e vendita di oggetti preziosi ed oro usati, impianti sportivi e luoghi di aggregazione giovanile). Il provvedimento prevede inoltre uno sgravio sulla TASI per gli esercizi che decideranno di rinunciare agli apparecchi.

La normativa entra immediatamente in vigore per quanto riguarda le nuove aperture. I locali che già ospitano slot dovranno adeguarsi alla nuova normativa entro il 31 dicembre 2019.

Commenta su Facebook