“Dati ufficiali della Questura contano 150 operatori presenti alla manifestazione in piazza del Campidoglio. Il Comune non ci ha ricevuti, evidentemente non sapeva cosa dirci. L’esasperazione degli operatori è sempre più palese, nel frattempo il MIPAAFT sposta le corse di Roma senza consultare nessuno e senza un senso tecnico, tacendo sulla possibile chiusura dell’ippodromo romano come se non fosse un problema che li riguarda. La protesta degli operatori continua, richiesta ed ottenuta dopo un confronto con la Questura una nuova autorizzazione a manifestare”. Lo comunica in una nota Giuseppe Satalia.