“Ho scritto al Presidente Conte e al Ministro Speranza per sollecitare la riapertura degli ippodromi alle corse ippiche a porte chiuse già a partire dal 22 maggio. In Italia, la filiera ippica nazionale conta oltre 30mila operatori e 8mila cavalli per l’attività agonistica e le corse rappresentano l’unico strumento di reddito per gli allevatori e gli operatori del settore. Se è vero che gli ippodromi non sono mai stati chiusi, ma utilizzati come luoghi per prendersi cura degli animali, è importante che le corse riprendano quanto prima. Il ritardo rischia di produrre un ulteriore danno economico per il settore, anche per l’impossibilità di qualificare le nuove generazioni di cavalli, un deprezzamento degli stessi e un flusso verso i Paesi dove le corse sono già riprese. Adeguiamo anche gli ippodromi sulla base delle misure di salute e sicurezza e ripartiamo”. Così la Ministra delle politiche agricole alimentari e forestali, Teresa Bellanova (nella foto).