ippica
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Le elezioni si sono svolte e tra pochi giorni si insedierà il nuovo Parlamento. Alcuni esponenti politici che nella passata Legislatura si erano occupati di gioco ed anche di ippica non sono stati eletti ed anche i tanto attesi decreti attuativi del Collegato Agricolo che ne prevedevano la “privatizzazione” sono finiti nel “nulla”.

Ci aspetta un futuro incerto e profondamente nuovo e ci auguriamo che finalmente si riesca come filiera ippica, composta da ippodromi, allevatori, proprietari, professionisti e lavoratori a costituire un “soggetto unitario” che possa interagire e rapportarsi con il nuovo Parlamento e con il nuovo Governo, per imboccare, finalmente, la giusta strada che porti alla salvezza ed al rilancio del nostro settore, che, nel frattempo, e’ precipitato in una crisi profondissima. Come Coordinamento Ippodromi aspettiamo fiduciosi risposte positive alla nostra proposta, da parte delle altre associazioni della filiera. Ormai il passato e’ passato, pensiamo al futuro”.

Coordinamento Ippodromi
Attilio D’Alesio

Commenta su Facebook