Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Pugli , Lombardia e anche la provincia autonoma di Bolzano non arretrano rispetto alla loro posizione iniziale rispetto alle condizioni per il voto della proposta di intesa sui giochi del governo. Le norme locali vigenti non dovranno insomma essere messe in discussione. “Saremo coerenti fino in fondo, nel rispetto dei sindaci del nostro territorio che hanno voluto e difeso la legge che abbiamo approvato” aveva anticipato l’assessore della Lombardia Beccalossi, sottolineando che la Regione Lombardia non avrebbe cambiato “la sua posizione in merito alla proposta del Governo sulla riforma del settore giochi. E’ una soluzione che continuiamo a ritenere penalizzante per chi, come noi, da anni ha posto in essere azioni in grado di combattere il fenomeno”.

Commenta su Facebook