Il cartello “Insieme contro l’azzardo”, costituito in seno alla Consulta nazionale antiusura a cui aderiscono numerose associazioni a carattere nazionale, e il Movimento slot mob apprendono con positivo giudizio l’approvazione in Commissione bilancio del Senato nella seduta del 12 dicembre scorso l’emendamento alla legge di bilancio, di cui il senatore Giovanni Endrizzi è il primo firmatario.

“Fa presagire a un cambio di rotta del Governo nel settore dell’azzardo legale – si legge in un comunicato -. L’emendamento contiene provvedimenti rivolti a ridurre per le nuove concessioni l’offerta incidendo sul numero di slot machine, di video lottery e di sale da gioco, ad introdurre divieti affinché i dati informatici sui giocatori e sui comportamenti nel gioco d’azzardo non siano utilizzati a scopi commerciali; a salvare le prerogative delle Regioni e degli Enti, che regolano l’offerta di azzardo a livello locale”.

Tuttavia, seppur apprezzabile questo primo tentativo, per la Consulta nazionale antiusura, il cartello “Insieme contro l’azzardo” e il Movimento slot mob “è necessario ora che il Governo, su delega del Parlamento, si impegni ad emanare quanto prima un decreto legislativo di riordino dell’intera offerta pubblica di azzardo che trovi le sue radici nella Costituzione. L’attuale offerta di azzardo legale e l’intero suo indotto economico sono attività che entrano in contrasto con i principi e i doveri essenziali di buona amministrazione dello Stato, di tutela e salvaguardia dell’interesse pubblico, dell’utilità sociale, della sicurezza, della libertà, della dignità umana”.