Nella sessione plenaria di ieri, il parlamento statale di Hannover ha approvato a maggioranza il disegno di legge di modifica delle disposizioni della normativa sulle sale giochi.

La legge sulle sale da gioco introdotta dal governo statale entrerà in vigore a partire dal  1° febbraio e prevede che in futuro potranno avere accesso alle slot machine della Bassa Sassonia solo le persone di età superiore ai 21 anni e non, come è avvenuto finora, di età superiore ai 18 anni.

Il 14 dicembre 2020, i gruppi parlamentari SPD e CDU hanno presentato al parlamento statale la bozza per una nuova legge sulle sale giochi in Bassa Sassonia. Ora il nuovo regolamento, che riguarderà circa 1.800 sale giochi nello stato federale, è stato approvato.

Con la sua adozione, i requisiti legali per le operazioni di slot machine dalla legge di attuazione della Bassa Sassonia per il Trattato statale sul gioco sono stati trasferiti in una legge arcade indipendente.

Bernd Althusmann, ministro dell’Economia, del lavoro, dei trasporti e della digitalizzazione della Bassa Sassonia, ha spiegato nella sua dichiarazione conclusiva che l’accordo sul disegno di legge è stato preceduto da processi “difficili, intensi e impegnativi”. Ha dichiarato:”La legge sul gioco d’azzardo a volte viene discussa emotivamente. Quasi nessun altro argomento deve riunire così tanti interessi. (…) Il disegno di legge consente di migliorare notevolmente la tutela dei giocatori e di tenere conto degli interessi economici dell’industria. La legge esige molto dall’industria. (…) La Bassa Sassonia è il primo stato federale a prendere sul serio un’offensiva di qualità così ampia e completa”.

Secondo il ministro, la legge apre nuove strade per le sale giochi in Germania, su cui la Bassa Sassonia sta bene. Le linee guida hanno assicurato l’occupazione e aumentato la qualità dell’offerta di gioco.

Requisiti rigorosi per gli operatori arcade

In futuro, solo coloro che hanno compiuto 21 anni possono entrare in una sala giochi in Bassa Sassonia. Non è più consentito fumare nei locali. C’è anche un coprifuoco obbligatorio tra mezzanotte e le 6 del mattino.

E’ vietata la pubblicità per le operazioni di gioco nella struttura esterna dell’impianto di gioco. In caso contrario, secondo il dettato della legge, “l’apparizione pubblica (…) deve essere limitata alla modalità di inserimento nell’elenco aziendale”.

Inoltre, le sale giochi non possono più portare nomi che contengono designazioni come “casino” o “Spielbank”.

Altre modifiche riguardano la licenza delle sale giochi. In futuro, gli operatori avranno bisogno di una sola licenza operativa per le loro sale giochi. In precedenza, dovevano presentare sia una licenza per sale da gioco che un permesso di gioco separato.

La licenza corrispondente viene concessa se sono soddisfatti diversi requisiti. 

La formazione obbligatoria per il personale delle sale giochi include anche “istruzioni su come agire quando si ha a che fare con persone a rischio di gioco d’azzardo”. Questo deve essere aggiornato almeno ogni due anni e mezzo. Altri contenuti di formazione vengono ripetuti al massimo dopo cinque anni.

Sia il test di competenza che i corsi di formazione dei dipendenti si terranno presso la Camera dell’industria e del commercio della Bassa Sassonia.

La nuova legge consente ancora agli operatori di mantenere due sale giochi in un edificio o complesso edilizio. Contrariamente ad altri Länder federali, la Bassa Sassonia ha quindi rinunciato al divieto delle cosiddette sale da gioco collettive, che il contratto di gioco pone sotto la responsabilità degli Länder federali.

Il regolamento, che si applicherà fino alla fine del 2025, prevede attualmente di interessare circa 270 sale giochi e almeno 800 posti di lavoro.

La nuova legge sui portici è stata approvata con i voti del governo. Parlamentari non iscritti e membri dei Verdi e del FDP si sono astenuti dal voto. Per loro, i requisiti che l’industria dei distributori automatici dovrà soddisfare in futuro in Bassa Sassonia sono andati troppo oltre o non abbastanza.