“L’Amministrazione comunale va controcorrente nella lotta alla ludopatia. E’ inopportuna e ingiustificabile la revoca dell’agevolazione sulla tariffa Tari alle attività che danno un contributo fondamentale alla prevenzione nella lotta alla ludopatia e azzardodipendenza rinunciando ai lauti introiti che l’installazione delle “macchinette” garantisce”. Così in una nota Maria Nella Ponte (M5S Imperia).

“La stridente controtendenza dell’Amministrazione Comunale imperiese rispetto alle iniziative intraprese dalle Istituzioni a tutti i livelli nella lotta alla ludopatia è evidente se ci si guarda intorno: i ministeri competenti hanno deciso di avviare campagne specifiche contro la ludopatia; il Questore Cesare Capocasa ha disposto capillari controlli compiuti dalla polizia nelle scorse settimane; i Comuni nel 2018 hanno organizzato a Imperia e Sanremo degli incontri per la sensibilizzazione sulla dipendenza patologica da gioco organizzato con il coinvolgimento della sezione locale della Associazione Giocatori Anonimi, degli specialisti del SERT; i Sindaci dei Comuni limitrofi emettono ordinanze per limitare l’uso delle slot; la Regione istituisce l’Osservatorio sul Gioco d’Azzardo Patologico.

L’amministrazione comunale imperiese è ben consapevole dei danni che derivano dalla ludopatia e dovrebbe cogliere la preziosa opportunità che la prevenzione rappresenta”.