Si rinnova l’impegno del Comune di Imola (BO) per contrastare il gioco d’azzardo. Con due apposite delibere, l’amministrazione ha deciso di proseguire sulla strada del sostegno alle imprese per la rimozione di video-lottery e slot machine, erogando un contributo economico alle attività economiche “slot free” e rinnovare la collaborazione con le scuole per progetti finalizzati alla diffusione della legalità e al contrasto al gioco d’azzardo patologico.

Per il primo progetto il Comune mette a disposizione 18mila euro, trasferiti dal Nuovo Circondario Imolese sulla base di fondi regionali. L’assegnazione di questi fondi, suddivisi fra le varie imprese che ne faranno richiesta, avverrà in base ad uno specifico avviso pubblico in corso di pubblicazione. «Possono accedere al contributo, che è stato quantificato in 500 euro per ogni impresa, sia i titolari di pubblici esercizi, esercizi commerciali, gestori di circoli, di altri luoghi deputati all’intrattenimento con sede nel Comune di Imola, già assegnatari del marchio Slot Free ER o che chiedano l’iscrizione al registro Slot Free ER contestualmente alla partecipazione al presente bando, sia i suddetti titolari che rimuovano tutte le apparecchiature “per il gioco d’azzardo lecito” presenti nei loro locali» spiegano dal municipio.

La seconda delibera «stabilisce di destinare 3.150 euro alle istituzioni scolastiche imolesi a sostegno della realizzazione, nel corso dell’anno scolastico 2021-2022, di progetti per la diffusione della legalità e contrasto al gioco d’azzardo patologico». I contributi verranno assegnati in via prioritaria agli istituti comprensivi statali e paritari imolesi, prevedendo una quota orientativa per ciascuna istituzione scolastica di 450 euro.