Il senatore del M5S, lo stesso di cui è capo politico Vito Crimi, in questi giorni ha riscoperto il giardinaggio, alternando il nobile passatempo alle battute contro il gioco lecito.

Sostenendo la campagna ‘Io coltivo’ “perché oggi più che mai è fondamentale avviare un dibattito serio che porti alla legalizzazione della cannabis anche in Italia”,  il parlamentare che solo pochi giorni fa tuonava contro le scommesse e l’ipotesi di finanziamento del gioco,  posta sui social un video in cui mostra come mettere a dimora un seme di canapa.

Ora, posto che della questione potremmo anche non essere interessati, risulta davvero difficile credere nella buona fede e nella onestà intellettuale del senatore e di molti suoi colleghi di Movimento che, per il ruolo che rivestono, dovrebbero condannare simili atteggiamenti.

Ci chiediamo se, per la stessa logica, sarebbe consentito agli operatori del gioco, per altro autorizzati e legittimati a farlo, piazzare una slot fuori dai loro locali e permettere, random, una giocata ogni tanto, al primo che passa, perchè è pur vero che le leggi oggi non lo permettono, ma, come dice il senatore Mantero a proposito della canapa, molti consumatori, in alternativa, si trovano costretti a rivolgersi al mercato illegale.

“Non è concepibile che il MoVimento 5 Stelle possa avallare una scelleratezza come questa e faremo di tutto per fermarla”, aveva detto pochi mesi fa Mantero a proposito delle nuove concessioni per l’assegnazione di licenze per l’installazione di slot e vlt, oltre che per l’autorizzazione ad installarle nei bar e sale giochi.

Peccato siano decisamente più ingombranti di un vaso di terracotta, si potrebbe infatti pensare di metterne qualcuna nel proprio giardino o terrazzo. ma