Nella seduta di oggi, 30 dicembre, dopo aver rinnovato la fiducia al Governo approvando l’articolo 1 con 156 voti favorevoli e 124 contrari, l’Assemblea ha licenziato definitivamente il ddl n. 2054 Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023, con 153 sì, 118 no e un’astensione.

Le disposizioni in materia di giochi

Al comma 1130, intervenendo sull’articolo 1, comma 636, alinea della legge n. 147 del 2013, fissa un nuovo termine (il 31 marzo 2023) entro il quale si dovrà procedere all’attribuzione delle concessioni di gioco per la raccolta del Bingo.

Con il comma 1131, si dispone che il canone mensile dovuto dai soggetti che operano in regime di proroga della concessione scaduta relativo ai mesi da gennaio 2021 a giugno 2021 (compreso) può essere versato entro il giorno dieci del mese successivo, nella misura di 2.800 euro per ogni mese o frazione di mese superiore ai quindici giorni e di 1.400 euro per ogni frazione di mese inferiore ai quindici giorni.

Il comma 1132 specifica che per coloro che scelgano di versare il canone di proroga delle concessioni con le modalità di cui al comma 1131, sono tenuti a versare la quota residua fino alla copertura dell’intero ammontare del canone previsto dalla vigente normativa con rate mensili di pari importo, corrispondendo gli interessi legali calcolati giorno per giorno.

Il comma 1133 dispone che la prima rata di cui al comma 1132 è versata entro il 10 luglio 2021 e le successive entro il giorno 10 di ciascun mese. L’ultima rata è versata entro il 10 dicembre 2022.