Nella nota di aggiornamento del documento di economia e finanza 2021 (NADEF) si legge che alla «luce degli impegni sulle riforme assunti dal Paese con il PNRR, quest’anno le Raccomandazioni del Consiglio dell’Unione Europea si concentrano sulla politica di bilancio.

La prima di tali raccomandazioni invita l’Italia ad utilizzare pienamente le risorse fornite dallo Strumento per la Ripresa e la Resilienza (Recovery and Resilience Facility – RRF) per finanziare investimenti aggiuntivi a sostegno della ripresa senza che ciò spiazzi i programmi di investimenti pubblici esistenti e cercando di limitare la crescita della spesa pubblica corrente.

La seconda raccomandazione invita il nostro Paese a adottare una politica di bilancio “prudente” non appena le condizioni economiche lo consentiranno, in modo tale da assicurare una piena sostenibilità della finanza pubblica nel medio termine.

Si ripete inoltre l’indicazione di incrementare gli investimenti in modo tale da migliorare il potenziale di crescita dell’economia.

Infine, la terza raccomandazione concerne la qualità della finanza pubblica e delle misure di politica economica. Ciò non solo allo scopo di dare un maggior impulso alla crescita, ma anche di migliorare la sostenibilità ambientale e sociale.

Si invita l’Italia a rafforzare la sostenibilità di lungo termine della finanza pubblica anche attraverso il miglioramento della copertura, adeguatezza e sostenibilità del sistema di protezione sociale e sanitaria».

«A completamento della manovra di bilancio 2022-2024, – si legge ancora nel documento – il Governo dichiara quali collegati alla decisione di bilancio:
• DDL recante “legge quadro per le disabilità”.
• DDL di revisione del Testo Unico dell’ordinamento degli enti locali.
• DDL delega riforma fiscale.
• DDL delega riforma giustizia tributaria.
DDL riordino settore dei giochi…».