Si è riunito, martedì 18 giugno, il Consiglio comunale di Gressan (AO). Con l’occasione sono state approvate all’unanimità modifiche minori al regolamento relativo alle sale giochi.

La normativa prevede, per le nuove aperture, il distanziometro a 500 metri dai luoghi ritenuti sensibili, come istituti scolastici, strutture culturali, ricreative o sportive, strutture residenziali o semiresidenziali operanti operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale, strutture ricettive per categorie protette o ludoteche per minori, istituti di credito, bancomat, esercizi di compravendita di oro, luoghi di culto. Gli apparecchi non dovranno essere visibili dall’esterno del locale e devono essere garantiti gli standard urbanistici. Non è possibile aprire sale in locali del Comune o storici. Il regolamento prevede quattro fasce orarie di apertura delle sale e di funzionamento degli apparecchi: dalle 10 alle 12, dalle 14 alle 16, dalle 18 alle 20 e dalle 22 alle 24. Vietata poi qualsiasi forma di pubblicità.