“Ero stata l’unica a votare contro questa legge assurda, che sembrava fatta per favorire il gioco d’azzardo piuttosto che combattere le ludopatie. Troppe persone di ogni età ed estrazione sociale e troppe famiglie sono state rovinate dalle ‘macchinette’, dal gioco online, dalle lotterie. Mi spiace vedere che né il governo né la maggioranza hanno mostrato la sensibilità necessaria su un tema tanto delicato, che colpisce migliaia di famiglie, di tutti i ceti sociali. Oggi purtroppo anche questo ‘scivolone’ espone l’Assemblea regionale alla critica sulla sua capacità di legiferare e, soprattutto, di farlo per il bene dei siciliani”.

Così la deputata regionale della Lega Marianna Caronia sul provvedimento del Consiglio dei Ministri che ha impugnato la legge regionale che riduce i limiti alla dislocazione delle sale gioco e alla installazione delle slot machine in luoghi sensibili.