Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) “Quella che purtroppo manca è la comunicazione di quanto di buono le imprese che si occupano di gioco pubblico fanno realmente. Se aumenta il gioco legale diminuisce quello illegale, è una sorta di travaso a cui assistiamo. Quello che cerco di spiegare ai tanti miei colleghi è che se togli il gioco legale non è che la gente gioca di meno, lo fa lo stesso, rivolgendosi però all’illegale”. E’ quanto ha dichiarato Ignazio Abrignani (SC), a Roma, nell’ambito della conferenza “Gli italiani e il gioco d’azzardo: la percezione, le analisi, il Gap e le nuove regole”.

“Quante centinaia di migliaia di persone ci sono che giocano e non hanno nessun problema?” ha aggiunto. “In fondo, a mio parere, quello che manca è la comunicazione, non si può stare sempre sulla difensiva, bisogna far capire alla popolazione come stanno veramente le cose. E’ un settore fatto di imprese e posti di lavoro che deve essere tutelato come tutti gli altri”.

Commenta su Facebook