“Abbiamo proposto ai comuni della provincia di lottare e di chiudere le macchinette dalle 12 alle 14 e dalle 18 alle 20, ma nessuno ha aderito”. Lo ha detto il rappresentante della Cisl di Fano Giavanni Giovannelli.