“Mentre continuano le discussioni sulle riforme del gioco online in Germania, la European Gaming and Betting Association (EGBA) sollecita i politici tedeschi a semplificare il complicato quadro politico del paese per il gioco online. La Germania è uno dei pochissimi paesi europei rimasti che non ha ancora un mercato del gioco online correttamente funzionante e il nuovo Trattato di Stato deve risolvere questo problema. Questo è il motivo per cui EGBA sostiene pienamente gli sforzi del governo per stabilire una nuova politica di gioco e accogliamo con favore i progressi verso lo sviluppo di una regolamentazione del gioco online funzionale ed efficace. Tuttavia, con meno del 50% delle attività di gioco online del paese che si svolgono attualmente su siti web offshore, la ri-regolamentazione non sarà un compito facile”. Lo ha detto Maarten Haijer (nella foto), segretario generale dell’European Gaming and Betting Association (Egba).

“La posizione di partenza della Germania è così negativa che, nel 2017, l’Istituto per l’economia della concorrenza di Düsseldorf (DICE) ha predetto che il paese aveva un tasso di “canalizzazione” solo dell’1,8%, rispetto al 95% nel Regno Unito e al 90% in Danimarca.

Almeno questo chiarisce la priorità della nuova politica: la canalizzazione. La nuova politica può essere efficace solo se garantisce che i siti web di gioco autorizzati in Germania siano più attraenti di quelli esterni – quindi i clienti giocheranno su questi siti web piuttosto che su quelli senza licenza. Ciò richiede che la nuova politica soddisfi le esigenze del cliente garantendo che vi sia una scelta sufficiente sul mercato, compresi marchi, prodotti e offerte di scommesse.

Questo è il motivo per cui le misure politiche attualmente sul tavolo sono altamente discutibili. Sono eccessivamente prescrittive e introducono restrizioni che non sono basate sull’evidenza. Gli effetti combinati delle restrizioni proposte sugli account dei giocatori (ad es. deposito e limiti di tempo), sui prodotti (ad es. il divieto di casinò online non è completamente revocato) e sui tipi di scommessa (ad es. le scommesse live saranno bandite), compromettono il compito di raggiungere un alto tasso di canalizzazione e pongono le basi per continue sfide politiche e legali.

La più grande minaccia al successo della nuova politica rimane l’approccio frammentario alla regolamentazione dei casinò online. La decisione di lasciare questo ai Lander non solo creerà mercati di mini-casinò, con vari gradi di canalizzazione, ma porterà anche a regole di gioco che sono incoerenti. Questo è stato anche il parere della Commissione Europea che in precedenza aveva messo in dubbio se gli effetti cumulativi dei limiti e delle restrizioni sul programma di scommesse della Germania avrebbero consentito a una gamma di prodotti sufficientemente attraente di raggiungere un alto tasso di canalizzazione.

Abbiamo una regolamentazione adeguata del gioco online in Europa da oltre 10 anni ed è ora che anche la Germania si adegui. È nell’interesse di tutti introdurre una legge che garantisca alti tassi di canalizzazione, stabilità normativa a lungo termine e un mercato pienamente funzionante. Ciò richiede 3 ingredienti essenziali.

In primo luogo, il consumatore deve avere una scelta e deve avere valore. Questi sono in definitiva i driver essenziali di qualsiasi mercato orientato al consumatore, incluso il mercato del gioco online. Il gioco è un comportamento umano e i giocatori si “guarderanno intorno”, per i loro marchi preferiti, i prodotti o le quote o i bonus delle scommesse più competitivi. Ancor di più in un ambiente online, in cui la scelta è liberamente disponibile indipendentemente dal fatto che il sito web faccia parte o meno di un mercato regolamentato. Mettere su pareti artificiali o regolamenti “top-down” non funziona, le politiche più efficaci sono quelle che derivano da ciò che il consumatore vuole.

In secondo luogo, il governo dovrebbe creare un quadro normativo adeguato per il mercato del gioco online del paese. Questo non accade attualmente. Solo all’interno di un quadro normativo funzionale il legislatore può stabilire un livello elevato di protezione dei consumatori tedeschi. Parte di questo quadro deve anche essere una procedura di concessione delle licenze chiara, trasparente e prevedibile, in modo che le aziende che desiderano ottenere una licenza o abbiano ottenuto una licenza, sappiano a cosa devono conformarsi e siano in grado di costruire un rapporto sostenibile con i loro clienti.

In terzo luogo, le aziende devono essere in grado di realizzare un profitto per renderle in grado di rimanere sul mercato. I due punti precedenti si basano entrambi su questo. Se gli oneri fiscali e normativi sono troppo elevati, le aziende non entreranno o non rimarranno sul mercato, in particolare quando sono già in atto altre restrizioni che ridurranno i loro ricavi. Più aziende sul mercato significano più scelta per il consumatore e maggiori entrate fiscali per lo Stato. Il sistema di licenze deve essere semplice e coerente, ma la proposta di consentire la rinuncia alle licenze dei casinò online per ogni Lander mette a repentaglio questo.

La coerenza delle politiche è in realtà la preoccupazione principale per molte aziende interessate ad operare in Germania. È anche il motivo per cui l’EGBA accoglie con favore la proposta di istituire un’autorità di regolamentazione centrale. Avere un’autorità di mercato funzionante è importante per qualsiasi settore, non ultimo per un settore altamente regolamentato come il gioco online. È indispensabile disporre di un’autorità centrale che interpreti, applichi e faccia rispettare le regole in modo coerente ed equo. Le società autorizzate devono essere in grado di comunicare con le autorità in merito alla loro licenza e ai propri requisiti, e per questo un’autorità centralizzata è la chiave.

Vogliamo tutti vedere un quadro normativo correttamente funzionante in Germania e ora è il momento perfetto per i responsabili politici per fare una pausa netta dai fallimenti dell’attuale sistema e introdurre una regolamentazione moderna e ben funzionante. Il presente regolamento dovrebbe essere basato sulle prove e mettere al primo posto i diritti e gli interessi del cliente. Il modo migliore per farlo è fornire un’offerta di gioco completa per offrire ai clienti la scelta che cercano, garantire una supervisione e le entrate necessarie e dare alle aziende l’opportunità di fornire i propri servizi in modo sostenibile e responsabile. Questo deve essere l’obiettivo, e guardando il resto dell’Europa, è certamente raggiungibile”.