«L’attuale situazione di paralisi – che determina danni irreversibili per lavoratori, imprese e casse erariali e, perciò, per l’intera collettività – non è determinata soltanto da cieche barriere di carattere ideologico innalzate da personaggi di discutibile spessore umano e culturale…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati