Valle d’Aosta. Esponenti del M5S hanno presentato al Consiglio Regionale una mozione in materia di individuazione di un criterio univoco per la misurazione della distanza da rispettare riguardo ai luoghi sensibili.

I consiglieri fanno riferimento alla L.R. 17 dicembre 2018, n. 10, che detta un nuovo sistema di misurazione della distanza da rispettare rispetto ai luoghi sensibili.

Nella mozione si chiede al Consiglio di approvare,  entro 45 giorni una deliberazione, un provvedimento che ;

che definisca inequivocabilmente il punto da cui partire con la misurazione del vincolo (ingresso/i, limiti del fabbricato, limiti delle pertinenze, centro geometrico del fabbricato, ecc.), nonché se il vincolo si applichi sulla posizione esatta degli apparecchi oppure sul fabbricato che li contiene e, in quest’ultimo caso, se il fabbricato debba essere interessato parzialmente o complessivamente;
La Regione si impegni anche a sollecitare i Comuni valdostani alla predisposizione degli appositi elenchi delle strutture sensibili;
Si chiede anche di stabilire le modalità per il caricamento e l’aggiornamento della cartografia del suddetto vincolo sul sistema cartografico regionale, in modo consultabile sia da parte degli enti locali che dal pubblico, che permetta anche la reciproca applicazione dei vincoli fra Comuni confinanti.