Il commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton ha informato 14 regolatori europei del gioco d’azzardo supervisori che non vedono alcun motivo per ristabilire il gruppo di esperti sul gioco d’azzardo online.

René Jansen, presidente dell’Autorità per il gioco d’azzardo (Ksa), ha inviato una lettera al Commissario europeo Breton a nome di 14 supervisori (tra questi non figura l’Agenzia delel Dogane e dei Monopoli) all’inizio di quest’anno, chiedendo di ricostituire il gruppo di esperti sul gioco d’azzardo online . La Commissione Europea (CE) ha posto fine al mandato di questo gruppo di esperti nel 2018. Il motivo, è stato detto, è che le leggi e i regolamenti nel campo dei giochi d’azzardo sono troppo culturalmente diversi per poter pensare ad una armonizzazione a livello europeo. 

 

Nella lettera che René Jansen ha inviato alla CE per conto delle autorità di vigilanza, le autorità di vigilanza hanno espresso il loro rammarico per il fatto che il gruppo di esperti della CE non esiste più. Ritengono che vi sia avvenuto un prezioso scambio di informazioni. È stato determinante per promuovere la protezione dei consumatori, prevenire la dipendenza e combattere l’illegalità e la criminalità.

 

Nella lettera di risposta (TESTO), un dipendente del commissario UE afferma che la Commissione europea non vede alcun motivo per rilanciare il gruppo di esperti sul gioco d’azzardo online. Propone che i supervisori si rivolgano ad altre direzioni generali della Commissione europea per le singole parti della politica dei giochi d’azzardo.