L’autorità per il controllo e la supervisione del gioco d’azzardo in Grecia tenterà di creare  nuovi posti di lavoro  e anche  di aumentare le entrate del pubblico greco legiferando su due nuove attività di gioco d’azzardo nel paese.

Si tratta di  streaming live  e studi, che al momento i casinò hanno solo dall’estero in quanto non esiste alcuna regolamentazione a livello legislativo che ne consenta lo svolgimento.

I casinò greci oggi non sono in grado di offrire tali servizi e per questo motivo l’offerta arriva dall’estero. Con la nuova legislazione messa a punto dal Regolatore , i casinò greci saranno ora in grado di gestire tali siti e stipulare contratti con fornitori online legali.

Questi sono  posti speciali dove c’è una roulette e crupier che parla la lingua greca . In ciascuno di questi luoghi verrà avviato un gioco in cui i giocatori parteciperanno e si potranno effettuare scommesse. Tra poche settimane i casinò dpotranno ottenere una licenza e offrire questi servizi.

Come sottolineano i funzionari dell’organismo di regolazione, si tratta di servizi che non hanno alcun impatto sociale, in quanto attualmente erogati in territorio greco ma da fornitori esteri, con il Paese che perde entrate significative. Allo stesso tempo, verranno creati nuovi posti di lavoro.

 La Commissione ha incaricato una società internazionale di  effettuare uno studio di “mappatura” su come dare il “via libera” alle navi da crociera che entrano nelle acque greche per gestire i casinò che vi si trovano e non per chiuderli.

Come è noto, le grandi navi da crociera hanno a bordo dei piccoli casinò. Tuttavia, quando entrano nelle acque territoriali greche, queste sale vengono chiuse, perché la legislazione greca non lo consente. Con l’apposita normativa i turisti a bordo della nave da crociera potrebbero giocare anche all’interno delle acque territoriali greche e la compagnia della nave da crociera pagherebbe una quota della raccolta di gioco allo Stato greco.

Si noti che negli ultimi 10 anni la grande penetrazione del gioco d’azzardo elettronico ha ridotto i ricavi e i profitti dei casinò, mentre i due anni di pandemia hanno messo airschio la redditività di almeno quattro imprese su 10 autorizzate in Grecia.

Lo scopo dello studio è registrare la prassi internazionale ma anche il modo in cui la Grecia può consentire il funzionamento di questi casinò, aprendo sostanzialmente la strada per attrarre navi da crociera sempre più grandi nel Paese, aumentando così le entrate dello Stato greco.

Lo studio dovrebbe essere consegnato entro la fine dell’anno in modo si possa formulare una raccomandazione al governo.

Articolo precedenteSky Italia, racconto sportivo televisivo: successo per le due giornate di formazione rivolte ai professionisti epiqa e al personale di diversi ippodromi
Articolo successivoPiccolo (Eazybet): “La crescita dei conti di gioco in Italia non è una sorpresa. Le nuove tecnologie sono il motore del settore”