Una piattaforma tecnologica di rilevazione per sapere quanti sono i giocatori patologici in Italia. Il decreto è all’attenzione del Garante della Privacy.

I dati sul numero dei casi di dipendenza da gioco d’azzardo realmente registrati dal sistema sanitario finalmente accessibili e soprattutto veritieri?

Sembrerebbe questo l’obiettivo che il Ministero della Salute pensa di raggiungere con l’entrata in vigore un nuovo decreto che regolamenta la rilevazione, presso le Asl dell’intero territorio nazionale, dei soggetti in trattamento per gioco d’azzardo patologico.

Secondo quanto Jamma.it è in grado di riferire il testo del provvedimento è stato trasmesso al Garante della Privacy.

Ad oggi infatti, per ammissione dello stesso ministero, non è operativo alcun sistema di rilevazione dei dati relativi al numero dei soggetti in trattamento per questa forma di dipendenza.

In definitiva si tratterebbe della stessa piattaforma tecnologica utilizzata per la rilevazione di altre forme di dipendenza, ma l’integrazione di questo tipo di funzionalità avrebbe richiesto un nuovo passaggio e una valutazione da parte del Garante della Protezione dei Dati.

Tale lacuna rende di fatto impossibile valutare sulla base di criteri chiari e precisi l’utilizzo di fondi erogati dallo Stato, per tramite delle Regioni, alle singole Unità e Aziende sanitarie locali per programmi di questo tipo. Ogni numero di casi di cui si parla, a livello nazionale, senza una rilevazione che si possa ritenere attendibile, è quindi assolutamente infondato. Almeno fino ad oggi.

Articolo precedenteScommesse calcio, Mondiali: Francia contro l’incubo Polonia. Olanda, Argentina e Inghilterra vedono i quarti su Sisal
Articolo successivoRob Wheeler (Rimini Systems): “Il 2023 momento giusto per forte presenza a EAG”