“La ludopatia, che andrebbe chiamata azzardopatia, è molto cresciuta e colpisce tanti, dai giovani calciatori con contratti milionari fino ad arrivare alle persone semplici con piccoli stipendi. Parliamo di una vera e propria malattia. Oggi un tema importante è quello del distanziometro ed esistono in materia sia leggi regionali che regolamenti comunali. Sappiamo anche che il gioco crea reddito per i lavoratori del settore e aiuta le casse dello Stato, ci sono quindi vari aspetti di cui tenere conto. E’ chiaro però che il faro deve essere la salute pubblica”.

Lo ha detto Paolo Ciani (nella foto), deputato del PD e segretario della Commissione Affari sociali della Camera, intervenendo oggi a Rai Radio 1.

Articolo precedenteGioco d’azzardo, Murelli (Lega): “Stiamo valutando di ripresentare pdl per andare a ripensare l’offerta di slot machine nei locali controllati”
Articolo successivoColpo grosso a Baronissi (SA): scommette 1 euro alla Queen Palace e porta a casa una vincita da 12.694 euro