Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Bene l’impegno del Governo che ha inserito nella legge di Stabilità 2016 misure atte a realizzare campagne di informazione e di sensibilizzazione, in particolare nelle scuole, sui fattori di rischio connessi al gioco d’azzardo e ha istituito presso il Ministero della salute il Fondo per il gioco d’azzardo patologico” ma “le misure non appaiono sufficienti a garantire la tutela delle persone di minore età dai rischi da ‘azzardo’ cui sono esposte”.

 

Queste le dichiarazioni di Filomena Albano, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, riportate in un editoriale sul sito dell’Autorità. “Il Governo non può incentivare all’azzardo con la pubblicità e contemporaneamente introdurre misure di contenimento e controllo anche a tutela dei minori. Il superiore interesse del minore deve essere preminente e deve condurre a una riflessione che consenta di garantire il diritto al gioco come sviluppo del benessere psico-fisico del bambino e dell’adolescente”, conclude Albano.

Commenta su Facebook