“Non tocca a noi dare valutazioni sul contagio, però intendiamo sostenere il gioco legale. Infatti proponiamo ristori tempestivi per queste attività chiuse da Dpcm, per tutti i codici Ateco relativi al settore. Vogliamo anche rivedere la questione delle riaperture nelle zone gialle, ma bisogna farlo ascoltando sempre gli scienziati”.

Lo ha detto Antonio Tajani (nella foto), coordinatore nazionale di Forza Italia, durante la conferenza stampa sulle proposte del partito per il cosiddetto decreto Sostegno.

“Siamo disponibili a rivedere il tema delle riaperture, il tema va posto a questi tavoli che il governo ha deciso di aprire. Di sicuro un segnale va dato per impedire che trionfi il gioco illegale” ha aggiunto.

“Siccome il gioco esiste, noi dobbiamo impedire che malavita organizzata si impossessi della rete del gioco e delle scommesse. Siamo al lavoro per sostenere le migliaia di persone che lavorano in questo settore. La ludopatia gestita dalla mafia diventa un elemento ancora più grave. Dal punto di vista medico e sanitario bisogna far sì che non ci siano dipendenti, ma non è che possiamo vietare il vino perchè ci sono gli alcolizzati, dobbiamo introdurre delle regole chiare” ha concluso Tajani.

Nella proposta di Forza Italia si intende “prorogare il credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione fino al 31 dicembre 2021 ed esentare per il 2021 i pubblici esercizi dal pagamento del ‘Canone Unico’”. Inoltre si chiede di “posticipare l’entrata in vigore degli incrementi PREU (Prelievo Erariale Unico) per i giochi legali (settore particolarmente colpito dalla pandemia)”.