La petizione popolare con ad oggetto la tutela delle imprese di produzione e di gestione di flipper, calciobalilla e ogni altro apparecchio senza vincita in denaro approda al Senato.

E’ stata infatti annunciata oggi la petizione presentata da Eugenio Bernardi che ricalca quella inviata al Parlamento Europeo nei giorni scorsi.

La petizione reca il numero 1020 ed è stata assegnata alla 6a Commissione permanente (Finanze e tesoro), che ne curerà i seguiti secondo quanto previsto dall’articolo 141 del Regolamento del Senato.

Nella petizione si tratta delle criticità legate alla introduzione di una normativa in materia di apparecchi da intrattenimento che impone la certificazione degli stessi in quanto non modificabili o resti idonei al gioco d’azzardo.