Nella bozza del Dl Fiscale Coronavirus su cui sta lavorando il governo e che dovrebbe approdare a breve in Consiglio dei Ministri è stato inserita la sospensione del versamento dei canoni concessori per le sale bingo da marzo per tutto il periodo di sospensione dell’attività

Si precisa che il testo riportato è ancora solo una bozza che Jamma ha potuto visionare

Art. 66
(Proroga versamenti nel settore dei giochi)
  1. I termini per il versamento del prelievo erariale unico sugli apparecchi di cui all’articolo 110, comma 6, lettera a) e lettera b), del testo unico di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 e del canone concessorio in scadenza entro il 30 aprile 2020 sono prorogati al 29 maggio 2020. Le somme dovute possono essere versate con rate mensili di pari importo, con debenza degli interessi legali calcolati giorno per giorno. La prima rata è versata entro il 29 maggio e le successive entro l’ultimo giorno del mese; l’ultima rata è versata entro il 18 dicembre 2020.
  2. A seguito della sospensione dell’attività delle sale bingo prevista dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 e successive modificazioni ed integrazioni, non è dovuto il canone di cui all’articolo 1, comma 636, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 e ss.mm. e ii. a decorrere dal mese di marzo e per tutto il periodo di sospensione dell’attività.
  3. I termini previsti dall’articolo 1, comma 727 della legge 27 dicembre 2019, n. 160 e dagli articoli 20, 24, 25 e 27 del decreto legge 26 ottobre 2019, n.124,  coordinato  con  la legge di conversione 19 dicembre  2019,  n.  157  sono prorogati di 6 mesi.
  4. Alla copertura degli oneri previsti dalla presente disposizione, pari ad euro XXXX per l’anno 2020, si provvede mediante XXXXXX.