“In Italia nell’ultimo anno pre-pandemia, cioe’ nel 2019, il volume del gioco d’azzardo legale, cosiddetto, era stimato in 110 miliardi di euro. Poi la pandemia ha abbattuto anche il fatturato di questo mondo, per cui nel 2020 da 110 si e’ arretrati a circa 88 miliardi, con un calo del 20 per cento.

Basta anche che un 7-8%-12% di questo insieme di attivita’ venga gestito da soggetti impropri, secondo legge, e capite che concedere miliardi di euro alla criminalita’ organizzata di stampo mafioso non e’ assolutamente interesse dello Stato democratico”. Lo ha affermato il presidente della Commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, presentando a Palazzo San Macuto la relazione finale sull’attivita’ svolta dalla Commissione stessa.

Articolo precedenteCorte di Giustizia Europea, A.G. Rantos: “Una piattaforma di intermediazione online è debitrice dell’IVA”
Articolo successivoScommesse Serie A: crisi Juventus, crolla la quota dell’esonero di Allegri. Zidane nuovo tecnico dei bianconeri a 6,00 su Sisal